image

image
image
image

image

Laura Fizzotti

Lalita Dayamurti Saraswati

- c/o Associazione Namaste' -
via Oxilia, 11 (palazzo B/scala B)
28100 Novara

cell. 392-4390119

assnamastenovara@gmail.com

  Laura Fizzotti LALITA

Con-centro 2018

Qualche informazione su di me

Sono nata a Novara (NO), il 14 novembre 1960.

Dopo un’esperienza trentennale di professionista in ambito aziendale come consulente e formatrice, dal 2008 ho iniziato a dedicare sempre più spazio all’insegnamento dello yoga e renderlo parte fondamentale della mia professione.

Sono insegnante Yoga integrale e mi sono formata secondo gli insegnamenti del metodo Satyananda Yoga, sotto la guida e la direzione didattica della maestra indiana Swami Gurupuja Saraswati.

Principalmente svolgo le attività presso il centro dell’Associazione NAMASTE di Novara che ho fondato nel 2008 e che continuo a gestire, per la diffusione dello Yoga con corsi per adulti, bambini, donne in gravidanza, seminari.

Ho contribuito alla fondazione dell’Associazione Insegnanti Yoga “JAI MA”, di cui sono Segretario -Tesoriere dal 2013, associazione di professionisti yoga secondo la legge del 14-1-2013 n°4, il cui scopo principale è quello di coordinare le iniziative e le attività rivolte al riconoscimento, all’attestazione e alla valorizzazione dei professionisti insegnanti di yoga associati.

Sono Leader certificata di Laughter yoga (yoga della risata), tecnica che utilizzo in modo integrato nei miei laboratori a tema per la crescita personale.

Da alcuni anni ho conseguito il diploma di Professional Counselor a indirizzo umanistico esistenziale-psicosintetico e sono iscritta ad AssoCounseling.

Negli interventi di counseling, individuali o in gruppo, propongo l’affianca-mento di tecniche che portino a sviluppare una maggiore consapevolezza e visione integrata tra mente-corpo-spirito, quali metodi di concentrazione e meditazione, visualizzazioni guidate, tecniche di respiro derivate dalla mia competenza di insegnante yoga.

Continuo, comunque, a svolgere attività di consulenza e formazione in ambito aziendale sui temi dell’organizzazione e gestione risorse umane.
Annualmente frequento corsi/seminari per il mio aggiornamento e studio professionale sui diversi aspetti dello Yoga.

Nel 2016, dopo più di quindici anni di pratica personale, la conduzione di corsi di base e sedute indviduali, ho ottenuto l’abilitazione come Master Professional Vivation, per la formazione di altri Vivation Professional.


Vivation "L'abilità di essere felici": si può utilizzare in un contesto di counseling psicosintetico?  Come?

Credo che l’uso del metodo affiancato ad un contesto di counseling sia possibile per le seguenti motivazioni:

  • Lavora sul presente, il qui e ora, insegna a starci e guarda alle potenzialità interne di ogni persona nella risoluzione di disagi, insoddisfazioni, criticità, infelicità;

  • Non prevede un lavoro regressivo sulla personalità ( non è una terapia);

  • Non è giudicante: né per il Viver/cliente, né per il Vive Pro ( pratica dell’accettazione incondizionata);

  • Riconosce la piena autonomia e responsabilità dei risultati della seduta al Viver /Cliente: l’integrazione delle sue sensazioni ( non è direttiva);

  • Richiede da parte del Vive Pro un atteggiamento di accoglienza, di guida e di accettazione di tutto ciò che il Viver/Cliente attiva ( rispetto del vissuto del Viver- Cliente);

  • Non crea dipendenza tra Viver/Cliente e Vive Pro : è una pratica che nel tempo il cliente può applicare da solo in ogni momento in cui sente il bisogno di riportare equilibrio energetico (promuove l’autonomia);

  • Richiede consapevolezza e disponibilità ad accedere al percorso da parte del Viver/Cliente (promuove la responsabilizzazione e l’uso della propria volontà);

  • Si mantiene in una relazione a due in un rapporto paritario:il Vive Pro non è il maestro/terapeuta/medico/altro ma una persona che prima di tutto sperimenta su di sé la tecnica e può quindi insegnare le abilità di base e facilitare lo sviluppo personale del Viver/Cliente nelle sue personali abilità, assistendolo nelle sedute; è punto di confronto paritario nell’esperienza senza avere una posizione di tenuta della ”assoluta verità”; non dà ordini né impone la tecnica ma svolge un’azione di guida consapevole per aiutare il Viver/Cliente nello stare nel momento presente e nell’attivare in modo coerente tutti i 5 elementi di base ( genera un clima di comprensione empatica);

  • Al Vive Pro non è richiesto di Valutare, Interpretare, Sostenere, dare Soluzioni, Investigare ma solo la sua presenza autentica ( centratura e autenticità);

  • Per imparare la tecnica bastano poche sedute all’interno di un seminario di base o con incontri formativi individuali; per interiorizzare a pieno l’abilità, va mantenuta in allenamento, ma a questo punto anche senza il supporto del Vive Pro. ( intervento breve).

    ( dalla mia tesi "Counseling e Respiro Vitale: un possibile percorso alla scoperta del nostro sentire e del nostro Sè")


Per questi motivi durante le sedute di counseling talvolta propongo l'utilizzo di questo metodo di respiro circolare consapevole che può essere attivato secondo una visione di counseling psicosintetico, tenendo conto che l’approccio psicosintetico propone un ventaglio di metodi e tecniche rivolte a incoraggiare lo sviluppo verso l’evoluzione insito di ogni essere umano e che il counselor può utilizzare in modo flessibile in base alle esigenze e differenze dei singoli.

Potete contattarmi per un incontro orientativo al 392 439 0119

 


 

mappa del sito